il covid ferma il Castlein

Il Covid ferma il Carnevale di Castelnovo Sotto, non la fantasia. 

 

 

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Si avvicina il mese di Febbraio tradizionalmente dedicato al Carnevale, ma a Castelnovo Sotto, patria della storica manifestazione, è tutto fermo. Niente sfilate classiche, si cercano alternative mentre la rotonda all’ingresso del paese celebra questa tradizione.

***

“Purtroppo a malincuore dobbiamo rinunciare all’organizzazione di questo evento nel modo tradizionale!”.
Questo si legge nel sito dello storico Carnevale di Castelnovo Sotto. Perché il Covid ha fermato anche le sfilate per le strade del paese. Niente coriandoli, niente maschere per i maestri cartapestai che quest’anno non hanno costruito con la loro originale arte carri giganti e mascherate. Per la prima volta dunque il Castlein, la figura simbolo della manifestazione, non prenderà le chiavi del paese come succedeva ogni anno, dal sindaco.
Ma se le sfilate si fermano per la sicurezza e nel rispetto delle norme anti-contagio, l’allegria – con la speranza che questo periodo resti solo un brutto ricordo – correrà on line e l’associazione di volontari sta pensando a come arrivare al pubblico con mezzi alternativi.
Intanto al Carnevale del Castlein è stata dedicata proprio in questi giorni la rotonda all’ingresso del paese della bassa, perché il Carnevale è qualcosa che appartiene a tutta la comunità e un segno distintivo che merita per la sua lunga tradizione, di essere celebrato.

5 gennaio 2021 Cristiana Boni

 

L’associazione AL CASTLEIN  vuole essere vicino alla comunità Castelnovese in questo periodo particolare, portando gioia e spensieratezza con questa singolare e unica  bruciatura del vecchione. Seguite tutto il video creato appositamente per  questa occasione , nella speranza che il 2021 sia pieno di soddisfazioni e  Che questo nuovo anno abbia in serbo per voi solo momenti felici, grandi soddisfazioni e belle emozioni,

Buon anno dall’ASSOCIAZIONE  CARNEVALE AL CASTLEIN

AL CASTLEIN

Al castlein e la Castleina in vaticano